Condannato il “Madoff dei Parioli” che truffava i Vip

Il Madoff dei Parioli a processoNel febbraio 2015 la quinta sezione penale della Corte di Cassazione confermava la condanna a colui che è stato ribattezzato come il Madoff dei Parioli, ossia Gianfranco Lande, riconosciuto colpevole del reato di associazione a delinquere finalizzata all’abusivismo finanziario, con un danno per i celebri clienti pari a circa 300 milioni e condannato a sette anni di reclusione.

Leggi tutto

Lanuvio: 10 anni di carcere per aver ucciso il marito a coltellate

Lanuvio moglie uccide marito a coltellateLa I Corte d’assise d’appello di Roma, che vanta tra i suoi componenti il noto scrittore, oltre che magistrato, Giancarlo De Cataldo, nel marzo 2015 confermava parzialmente la condanna inflitta dalla Corte d’assise di Roma a Lucrezia Varesi, donna oggi cinquantasettenne di Lanuvio, colpevole di aver ucciso il marito a coltellate. La pena ridotta a dieci anni, per l’attenuante di aver agito in stato d’ira determinato da fatto ingiusto altrui.

Leggi tutto

Condanne per la guerriglia urbana a San Giovanni

Guerriglia urbana a San GiovanniGià da giugno 2015 sono cominciate ad arrivare le prime condanne definitive per le decine di persone che si erano rese responsabili degli scontri del 15 ottobre 2011 nel corso di una manifestazione che partiva da Piazza della Repubblica per arrivare poi a concludersi a San Giovanni.

La scorsa estate la Cassazione ha infatti confermato le condanne in appello nei confronti di Davide Rosci, Cristian Quatraccioni e Mauro Gentile, apportando una lieve riduzione di pena in conseguenza del riconoscimento delle attenuanti generiche.

Leggi tutto

Scoperta una vera “prigione per donne” a Colonna

Colonna sfruttamento della prostituzioneNel febbraio 2010 i Carabinieri di Colonna procedevano all’arresto di due persone di nazionalità romena, madre e figlio rispettivamente di 43 e 18 anni, i quali venivano scoperti a gestire una vera e propria prigione per ragazze, in cui costringevano giovani donne alla prostituzione; il capo famiglia al momento dell’arresto riusciva a darsi alla fuga.

Leggi tutto

Valmontone: la cocaina alle porte di Roma

Valmontone traffico di  cocainaIl 4 agosto del 2015 è stata data esecuzione alle ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal Giudice per le indagini preliminari di Tribunale di Roma, su richiesta della Procura della Repubblica locale. I destinatari sono da individuarsi in quattro persone, tutte di origine italiana e perfettamente radicate sul territorio, trattandosi di un cinquantenne di Valmontone, un trentaduenne di Frosinone e, infine, di un trentaduenne e un ventisettenne entrambi di Roma.

Leggi tutto

Quadraro, sfigura la moglie con l’acido: bengalese condannato

Quadraro sfregiata con lacidoCon sentenza pronunciata nel maggio del 2014, il Giudice dell’udienza preliminare Antonella Capri disponeva la condanna alla reclusione per anni dieci e mesi dieci a carico di Abdul Subhan, cittadino di origini bengalesi, residente nel quartiere Quadraro, accusato di aver picchiato e lanciato dell’acido contro il viso della moglie nel dicembre 2013.

Leggi tutto

Segni: denunciata per truffa la direttrice di una banca

Segni direttrice truffa bancaNel marzo 2014 la direttrice della filiale Unicredit di Segni veniva denunciata per il reato di truffa, anche ai danni dello Stato e per possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi. Insieme a lei veniva denunciata l’ex badante di una donna deceduta tempo prima e un funzionario Inps accusato di omessa denuncia all’Autorità Giudiziaria quale incaricato di pubblico servizio.

Leggi tutto

Rapine a Re di Roma: se l’illegalità è figlia della disperazione

Re di Roma rapine per disperazioneIl 3 settembre 2013 un uomo di 56 anni, incensurato, veniva arrestato per aver compiuto in meno di un’ora due rapine: la prima nella zona di Porta Furba, la seconda nella Piazza di Re di Roma.

L’arresto era eseguito dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile, che riuscivano a fermarlo e bloccarlo mentre si accingeva a salire in metropolitana presso la fermata della linea A Subaugusta. Una volta tratto in arresto, l’uomo non tardava a confessare anche altre rapine eseguite nel periodo precedente.

Leggi tutto

Rocca Priora: condannato il vigile che intascava i soldi del Comune

Rocca Priora condannato il vigile che intascava i soldi del ComuneCon sentenza del 4 ottobre 2010, la Corte dei Conti, II Sezione giurisdizionale centrale d’appello, rigettava l’impugnazione proposta da Pucci Faustino, ex vigile urbano in servizio presso il Comune di Rocca Priora, confermando la condanna al risarcimento dei danni in favore dell’amministrazione comunale, per averle sottratto nel periodo dal 1994 al 1999 il rimborso spese forfettario pagato dai responsabili di abuso edilizio.

In questo modo, alla sentenza penale e al licenziamento in tronco dell’appellante, seguiva anche la condanna da parte dei giudici contabili.

Leggi tutto

La morte all'asilo di un bimbo a Monte Porzio Catone

monte porzio catone morte all'asiloA seguito di numerose indagini su quei fatti del 2013, che vedevano la morte improvvisa di un bimbo in asilo nido di Monte Porzio Catone, le autorità inquirenti non rilevavano alcuna responsabilità di quelle persone che avrebbero dovuto accudire e vigilare sulla salute di un bambino di appena un anno, lasciando i genitori in uno stato di disperazione in alcun modo lenito da una spiegazione razionale a tutto ciò, diversa dalla sola tragica volontà del destino.

Leggi tutto

Ex Sindaco condannato per la nomina del Direttore Generale a Nettuno

Nettuno ex sindaco condannatoCon sentenza n. 756/2013, pronunciata il 19 settembre 2013, la Corte dei Conti – sezione giurisdizionale regionale per la Regione Lazio, ha condannato l’ex Sindaco del Comune di Nettuno, Alessio Chiavetta, nonché l’ex Direttore Generale dell’Ente, Gianluca Faraone, al risarcimento del danno erariale provocato proprio dalla nomina del Faraone a Direttore Generale.

Leggi tutto

x

Utilizzando il sito si accettano i Cookies, dal medesimo utilizzati, secondo l'informativa consultabile.

Accetto