Professore Natale Irti

Sede

Via Andrea Vesalio, 22
00161 Roma

Contatti

Telefono: 0685355181

Docente universitario, avvocato civilista e giurista di chiara fama, Natale, detto Natalino, Irti è nato ad Avezzano nel 1936. Appena trentenne era già in ruolo come Professore Ordinario ed ha insegnato diritto civile nelle Università di Sassari, Parma, Perugia e Torino prima di approdare definitivamente a La Sapienza di Roma, dove ha insegnato Istituzioni di Diritto Privato, Diritto Civile e Teoria generale del diritto.
Fonda a Roma lo Studio Legale che porta il suo nome e dove, unitamente ai suoi collaboratori, si occupa prevalentemente di questioni di diritto civile, contenzioso e non, in materia di proprietà, obbligazioni e contratti, e di tutti gli altri settori civili come il diritto commerciale, industriale, societario, fallimentare. Civilista non solo per la specifica competenza in campo forense, ma anche e soprattutto per la completa conoscenza dei fondamenti del diritto civile, che ha analizzato criticamente mettendo in discussione con approccio filosofico la centralità della codificazione a favore della nascita di sottosistemi giuridici civilistici svincolati dai tradizionali istituti di diritto privato, Natalino Irti ha ricoperto e copre tuttora incarichi prestigiosi; è Presidente dell’Istituto Italiano per gli Studi Storici, membro del Consiglio Nazionale Forense e, su nomina politica, è stato più volte Presidente e membro dei consigli di amministrazione in varie imprese di Stato di rilievo come Credito Italiano, Enel, IRI.

Nei consigli di amministrazione in varie imprese di Stato

Natalino Irti ha fatto parte dei comitati di redazione delle principali riviste scientifiche italiane di diritto ed è autore delle monografie Un diritto incalcolabile, I «cancelli delle parole. Intorno a regole, principi, norme, Del salire in politica. Il problema tecnocrazia, L'uso giuridico della natura, Diritto senza verità, Destini dell'oggettività. Studi sul negozio giuridico, La tenaglia. In difesa dell'ideologia politica, Il salvagente della forma, Il diritto nell'età della tecnica, Nichilismo e concetti giuridici. Intorno all'aforisma 459 di «umano, troppo umano», Nichilismo giuridico, L'ordine giuridico del mercato, Norma e luoghi. Problemi di geo-diritto, Codice civile e società politica, Dialogo su diritto e tecnica (coautore), Testo e contesto, Studi sul formalismo negoziale, Società civile, Letture bettiane sul negozio giuridico, La cultura del diritto civile, Idola libertatis, Norme e fatti, Scuole e figure del diritto civile, L'età della decodificazione, Introduzione allo studio del diritto privato, Due saggi sul dovere giuridico, La ripetizione del negozio giuridico, Disposizione testamentaria rimessa all'arbitrio altrui, Proprietà e impresa, Il controllo della gestione nei contratti agrari di scambio, Dal diritto civile al diritto agrario.
Socio nazionale dell’Accademia dei Lincei, insignito dell’onorificenza di Cavaliere di gran croce al merito della Repubblica Italiana, Natalino Irti è anche un raffinato cultore della musica classica meno popolare; un tempo assiduo frequentatore dei teatri, ora vi rinuncia per assaporare le registrazioni più virtuose nel silenzio del suo casolare, appena restaurato, nelle campagne abruzzesi.


Voto medio:
0 basato su 0 voti

x

Utilizzando il sito si accettano i Cookies, dal medesimo utilizzati, secondo l'informativa consultabile.

Accetto