Penalista Nicola Madia

Sede

Via Colli della Farnesina, 144
00194 Roma

Contatti

Telefono: 06-36301773

La famiglia di Nicola Madia è alla terza generazione di avvocati, dopo Giovanni Battista detto Titta, storico avvocato penalista, e Titta jr, il padre di Nicola.
Anche Nicola Madia è specializzato in diritto penale e si è laureato presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi di Roma La Sapienza, con una tesi di Laurea in Diritto penale dal titolo "Il delitto di false comunicazioni sociali", relatore Prof. Franco Coppi, con la votazione di centodieci e lode.
Chiusa la parentesi universitaria, Nicola Madia si aggiudica una borsa di studio universitaria per un soggiorno all’estero come stagista in uno Studio Legale e così vola a Londra dove svolge cinque mesi di praticantato forense presso lo Studio Legale "Pritchard Joyce and Hinds Solicitors".

Docente presso diversi atenei

Prima di iscriversi all’albo degli avvocati di Roma, Nicola Madia ha iniziato a collaborare come cultore della materia con la cattedra di diritto penale presso l'Istituto di Diritto penale dell'Università degli Studi di Roma La Sapienza e nel 2004 si è diplomato specializzato penalista presso la scuola di diritto e procedura penale dell'Università La Sapienza con il massimo dei voti.
In ambito universitario, Nicola Madia al termine del previsto percorso accademico è stato nominato Dottore di Ricerca in Diritto e Procedura penale presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza, ed ha avuto esperienza di docenza presso la Facoltà di Scienze Politiche dell'Università degli studi di Firenze, dove ha tenuto lezioni in Diritto Penale per gli studenti del Corso di formazione per Operatori della sicurezza sociale della Scuola marescialli di Velletri, in convenzione con l'Arma dei Carabinieri. Attualmente è collaboratore della cattedra di Diritto penale dell'economia presso l'Università di Roma "Tor Vergata".

L'attività sulla rete

Nicola Madia è autore di commenti e note a sentenza per le riviste scientifiche Cassazione Penale, Indice Penale, La Rivista Neldiritto, Giurisprudenza Italiana, nonché delle seguenti pubblicazioni in forma di opere monografiche o collettanee: "La tutela penale della libertà di concorrenza nelle gare pubbliche"; “La tutela penale dei finanziamenti pubblici all'economia”; “Prevedibilità ed evitabilità dell'evento nei processi tecnologicamente complessi", in Responsabilità individuale e responsabilità degli enti negli infortuni sul lavoro; "Giurisprudenza penale. Parte Generale" in "Raccolta ragionata delle più attuali questioni esaminate in giurisprudenza" (relativamente alle parti: "L'agente provocatore"; "Il dolo"; "Il delitto preterintenzionale"; "Il delitto tentato"; "Le circostanze attenuanti generiche"; "Il giudizio di bilanciamento tra le circostanze"; "Il concorso esterno nei reati associativi"; "Note sugli aspetti caratteristici del delitto di turbata libertà del procedimento di scelta del contraente di cui al nuovo art. 353- bis c.p."; Commento agli articoli del codice penale da 62- bis a 70, in Codice penale. Rassegna di giurisprudenza e di dottrina, Vol. III; "Particolari disposizioni penali e processuali in materia di pedofilia e pedopornografia".
L’avvocato penalista Madia, inoltre, è curatore del progetto “Diritto penale contemporaneo”, un portale telematico concepito come spazio aperto a tutti gli operatori del diritto penale in cui si possono proporre riflessioni e iniziative.


Voto medio:
0 basato su 0 voti